Uova color verde oliva

Uova color verde oliva

Innovazioni di processo per ottenere prodotti competitivi e sostenibili

Consigli, indicazioni, suggerimenti ed esperienze su come allevare correttamente gli animali domestici e selvatici nel rispetto del loro benessere, dell’integrità ambientali e della salubrità delle produzioni.

 

La colorazione del guscio delle uova degli uccelli domestici deriva da caratteristiche genetiche e non è influenzata dall’alimentazione. Si possono raccogliere uova a guscio bianco, roseo, marrone come il cioccolato oppure azzurre con varie tonalità.
Si hanno uova a guscio bianco quando al momento della formazione del guscio, non viene aggiunto alcun pigmento.
Si ottengono uova azzurre quando un pigmento chiamato oocianina (sottoprodotto della produzione di bile) si aggiunge all’inizio del processo di formazione del guscio e interessa anche la parte interna del guscio stesso.
Si raccolgono uova rosate, marroni o color cioccolato quando un pigmento chiamato protoporfirina si deposita verso la fine della formazione del guscio: questo pigmento si pone maggiormente nella parte esterna del guscio, mentre internamente questo rimane bianco o molto chiaro. Le diverse sfumature di marrone dipendono anche dall’età della gallina: per esempio, una gallina giovane potrebbe deporre uova più scure di una gallina matura.
Le diverse tonalità di colore dipendono anche dal tempo di permanenza dell’uovo nell’ovidotto (più lunga è la permanenza e più intensa è la colorazione). Quando si osservano macchie più scure nel guscio o striature vuol dire che la rotazione dell’uovo all’interno dell’utero della gallina hanno avuto delle variazioni.
Ci sono poi galline che depongono uova con colorazione verde oliva. Anche in questo caso si tratta di genetica che però non è legata a una razza precisa ma ad un incrocio.
Uova color verde oliva si ottengono infatti da galline che derivano da un incrocio tra razze che depongono uova a guscio marrone e razze che lo depongono di colore azzurro/blu.
Generalmente si utilizza un gallo Marans accoppiato con una gallina di razza Araucana. Lo stesso risultato si ottiene anche con l’incrocio inverso (gallo di razza Araucana accoppiato con una gallina di razza Marans). Inoltre possono essere impiegate altre razze a guscio blu, come la Ameraucana, e a guscio marrone come la Barnevelder).
In questo caso si forma inizialmente un guscio bianco che viene pigmentato prima di azzurro (esternamente e internamente) e poi di marrone, col risultato alla deposizione di un guscio verde esternamente e azzurro internamente.
Da un primo incrocio si ottengono galline che depongono uova color verde oliva di tonalità tenue. Per ottenere una colorazione del guscio di tipo verde più scuro si incrociano queste pollastre con galli Marans.

Araucana x Marans = F1 con guscio verde chiaro
F1 x Marans = F2 con guscio verde intenso

Fonte: biozootec.it

No Comment

You can post first response comment.

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter a message.