Prevenzione pulci nell allevamento

Prevenzione pulci nell allevamento

I parassiti esterni o ectoparassiti provocano noia e fastidio ai polli. Tra questi quelli che danno più noia sono i pidocchi (pollino e rossa) e gli acari (dele penne e delle zampe).

Pidocchi pollini. Passano la vita sul corpo dei polli da cui possono stare lontani per un periodo massimo di circa una settimana. L’intero ciclo vitale si svolge in 2-3 settimane ed in pochi mesi una coppia di pidocchi è in grado di dar luogo ad una discendenza di oltre 100.000 parassiti.

Pidocchio rosso. Vive e depone le uova nelle fenditure del muro e del legno ed assale i polli durante la notte nutrendosi del sangue.

Acaro delle penne. Vive costantemente sulla cute dei volatili e depone le uova attaccandole alle penne.

Acari delle zampe. Provocano la rogna che è sostenuta dalla Knemidokoptes mutas.

Come avviene il contagio

La parassitosi viene contratta da animali che vivono in ambienti poco igienici e a contatto con animali parassitari.

Sintomi principali

Gli animali presentano anemia, sofferenza, nervosismo e dimagramento.

Prevenzione pulci nell allevamento

Le parassitosi possono essere evitate con energetici interventi di pulizia e disinfestazione. Molto importanti sono le pulizie alle attrezzature (posatoi, mangiatoie, nidi, ecc.) e le disinfezioni dei locali (pareti, soffitti, ecc.).
Un buon piano di profilassi prevede un’attenta verifica periodica degli animali per identificare precocemente la presenza di parassiti esterni aumentando la frequenza dei controlli nel periodo autunno- inverno. Limitare il più possibile i contatti con animali selvatici o domestici che possono essere dei portatori e predisporre frequenti programmi di pulizia degli ambienti d’allevamento tenendo presente che:
• i pidocchi trascorrono tutto il loro ciclo biologico sugli animali ma bastano nell’ambiente alcune piume su cui sono state deposte le uova per perpetuare l’infestazione;
• le pulci adulte vivono sull’animale mentre le uova e le larve si sviluppano nella lettiera e nell’ambiente;
• gli acari (acaro rosso) le cui femmine dopo il pasto di sangue depongono le uova nell’ambiente.

Prevenzione pulci nell allevamento: cura

Si consiglia l’impiego di antiparassitari naturali a base di oli essenziali e un estratto di Azadiracta Indica una pianta ad effetto antiparassitario. Questi prodotti naturali in genere sono utilizzati in soluzione al 20% in acqua e irrorato sugli animali. In gravi infestazioni è possibile utilizzare il prodotto naturale tal quale. L’irrorazione va effettuata dal basso verso l’alto per facilitare l’applicazione del prodotto sulla cute. Qualora nell’allevamento sia difficoltosa la pulizie e l’eliminazione degli anfratti e delle fessure dove possono nascondersi i parassiti che hanno parte del ciclo fuori dall’ospite si può ricorrere ad un trattamento ambientale con antiparassitari di sintesi ovviamente in assenza degli animali.

Fonte: biozootec.it

No Comment

You can post first response comment.

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter a message.