Malattia delle galline: la Corizza

Malattia delle galline a Novembre

Le galline sono ormai in deposizione e per mantenere alto il numero di uova da raccogliere giornalmente è importante integrare l’illuminazione solare con luce artificiale, utilizzando una lampadina, da accendere solo al mattino. Le uova devono essere raccolte con tempestività e sistemate in un luogo fresco per poter essere consumate nel giro massimo di due settimane. Per ogni 10-15 galline non deve mai mancare almeno un gallo: anche se le uova sono destinate all’alimentazione la presenza del gallo è importante date che le uova “gallate” (cioè fecondate) hanno un valore biologico superiore di quelle non gallate cioè quando non è presente il gallo.

Anche a Novembre curate il vostro allevamento

Curate anche i ricoveri che devono essere attrezzati con posatoi per almeno 1/3 della superficie del pavimento: la restante parte deve essere ricoperta da uno strato di 10 cm di truciolo di legno.
Per mantenere una buona deposizione giornaliera è importante poi che l’alimentazione sia corretta. È quindi necessario che l’acqua sia sempre a disposizione degli animali evitando che si ghiacci. La quantità di mangime ingerito è infatti la metà, in peso, dell’acqua utilizzata e per questo è necessario sia sempre pulita e disponibile.

Per quanto riguarda la razione alimentare questa deve essere distribuita nella tarda mattinata in modo da favorire, durante le prime ore del mattino, la ricerca di semi e insetti sotto le foglie del pascolo. Una razione aziendale può essere realizzata utilizzando come integratore proteico un mangime per pulcini con queste caratteristiche medie: proteine grezze 23%; grassi grezzi 3-4%; fibra grezza 4%; ceneri 7-8 %; metionina 0,4%. La razione può essere così composta: mangime 50%; mais aziendale 35%; crusca di frumento 8%; gusci d’ostrica 7%. Ogni 10 kg di miscela si consiglia poi di aggiungere 20 grammi di sale da cucina come appetizzante e integratore minerale. All’interno del pollaio deve, poi, essere presente sempre una rastrelliera con erbe, verdure e foraggi secchi.

Malattia delle galline: la Corizza

In questi mesi è frequente una malattia delle galline che colpisce le vie respiratorie (Corizza) che si manifesta con starnuti, scolo nasale e gonfiore degli occhi.
Questa malattia può essere prevenuta con una giusta concentrazione di animali nel pollaio, controllando la ventilazione naturale e l’umidità dei locali dove vivono gli animali. E’ necessario inoltre allevare razze rustiche e specialmente nate da riproduttori allevati nella vostra zona.
Data l’estrema contagiosità della malattia, è necessario allontanare subito eventuali soggetti colpiti.

Sfoglia il nostro catalogo prodotti

Fonte: Biozootec

No Comment

You can post first response comment.

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter a message.