Allevamento della gallina a luglio

Allevamento della gallina a luglio

Nel cortile anche d’estate razzolano le galline. Già in questo periodo alcune galline iniziano il cambio delle penne (la muta) e sicuramente si tratta di animali scarsamente produttivi che non vale la pena di tenere per il prossimo anno. Queste galline devono quindi essere destinate alla mensa o al mercato perché si tratta di animali con una muta che durerà sicuramente 4 mesi. Per questo motivo abbiamo messo a disposizione sul nostro sito questo articolo che riguarda proprio l’allevamento della gallina a luglio.

Altre galline continuano invece a deporre le uova anche se affaticate dal caldo stagionale. Si tratta comunque delle galline migliori che andranno in muta a settembre ottobre e dopo circa 10-12 settimane riprenderanno la deposizione.

Per realizzare delle migliori condizioni d’allevamento, il pollaio deve essere ombreggiato con piante rampicanti: zucca ornamentale, vite, passiflora, glicine
Nel prato, per il benessere delle galline, realizzate poi una buca (cm. 100 x 100 e profonda 40-50 cm.) da riempire con sabbia e cenere in parti eguali. L’aumento delle temperature è favorevole anche ai parassiti esterni che disturbano le galline diminuendone la resistenza. Il bagno di sabbia e cenere consente agli animali di liberarsi da questi parassiti (pidocchi e acari) trovando notevole sollievo.

La muta come metodo per selezionare la produttività delle galline

In condizioni normali una gallina di media produttività subisce generalmente la prima muta completa delle penne al termine del primo anno di deposizione. Il periodo in cui la prima muta annuale si verifica e la sua durata rivestono una certa importanza per la identificazione delle cattive e delle buone ovaiole. Le galline mediocri sono in genere quelle a muta precoce. Queste galline cessano di deporre in luglio o agosto e impiegano un tempo piuttosto lungo per cambiare le penne. Spesso rimangono inattive per circa 4 mesi e iniziano il secondo anno di deposizione soltanto a dicembre o in gennaio.

Questa differenza consente di individuare le galline più produttive mantenendo nel pollaio i soggetti migliori. Le femmine migliori infatti depongono per tutta l’estate e cessano la deposizione per circa due mesi, a settembre e ottobre, riprendendo a produrre uova in novembre. Per facilitare l’individuazione di una gallina a muta breve (le migliori) si consiglia di osservare il cambio delle penne remiganti dell’ala che cadono a due alla volta e si rigenerano sempre in coppia.

Le galline che depongono poco cessano la deposizione a luglio – agosto riprendendola a novembre – dicembre. In queste galline il cambio delle penne e lento e può essere verificato dal fatto che le remiganti cadono e si rigenerano una alla volta.
Per valutare la durata della muta è necessario osservare la velocità di rinnovamento delle 10 remiganti primarie. Inizialmente si ha la caduta ed il rinnovo delle remiganti più interne che sarà gradualmente seguita dalle altre. La prima remigante compie il suo rinnovamento entro 4-6 settimane. Tutte le remiganti invece vengono cambiate in 8-10 settimane: il tempo cioè necessario per rinnovare tutte le penne del corpo.

Sfoglia il nostro catalogo prodotti

Visita la nostra pagina Facebook

Fonte: Biozootec

No Comment

You can post first response comment.

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter a message.