Allevamento del pollo da carne

Allevamento del pollo da carne

 

Le razze a lento accrescimento devono essere alimentate in base alle loro esigenze e alle loro necessità. Per le produzioni di qualità l’alimentazione non deve essere un fattore di crescita ma deve mantenere gli animali in una costate situazione di benessere. La somministrazione di razioni troppo energetiche favorisce un veloce accrescimento degli animali predisponendoli; però a situazioni di stress e favorendo l’insorgenza di malattie.Anche razioni scarse o sbilanciate invece indeboliscono i polli favorendo l’insorgenza di malattie. È quindi necessario distribuire una razione alimentare bilanciata che favorisca, in base alle caratteristiche di razza; un armonico sviluppo degli animali e delle loro difese immunitarie. Si indica di seguito un esempio di razionamento alimentare per polli da carne utilizzando come integratore proteico un alimento commerciale al 23% di proteine miscelato con granaglie miste.

Allevamento del pollo da carne prime 4^-5^ settimane di vita

Somministrate un alimento commerciale, in forma sbriciolata, al 22-23% di proteine. L’alimento deve essere distribuito a volontà e cioè le mangiatoie devono essere sempre piene durante tutte le ore della giornata. Già dalla terza settimana di vita è possibile distribuire erbe e verdure fresche utilizzando un’apposita rastrelliera.

Allevamento del pollo da carne dalla 5^ alla 10^ settimana di vita

Durante questo periodo distribuite una miscela aziendale realizzata con 10 parti di alimento per pulcini al 22-23% di proteine e 3 parti di granaglie miste. Continuate a distribuire erbe e verdure fresche utilizzando un’apposita rastrelliera. Fino all’8^ settimana di vita la miscela deve essere distribuita a volontà: le mangiatoie devono sempre essere provviste di mangime durante tutte le ore della giornata. Dopo l’8^ settimana di vita la razione alimentare deve essere razionata: al mattino gli animali devono trovare le mangiatoie vuote e quindi escono al pascolo in cerca di erbe, semi e insetti. Nella tarda mattinata, o nel primo pomeriggio distribuite la razione alimentare nelle mangiatoie.

Un’alimentazione razionata, a partire dall’8^ settimana di vita, favorisce uno sviluppo dell’intestino preparando gli animali alla fase di ingrasso. Un intestino ben sviluppato permette un maggior assorbimento delle sostanze nutritive nella fase di ingrasso; un intestino poco sviluppato diminuisce l’assorbimento delle sostanze nutritive durante l’ingrasso e aumenta la quantità di deiezioni.

Allevamento del pollo da carne dopo la 10^ settimana di vita

Dopo la 10^ settimana di vita l’alimentazione deve essere costituita da una miscela in parti eguali realizzata mescolando un alimento per pulcini al 22-23% di proteine e 3 granaglie miste. La somministrazione della miscela deve essere razionata: al mattino gli animali devono trovare le mangiatoie vuote, la razione alimentare deve essere distribuita nella tarda mattinata, o nel primo pomeriggio.

Allevamento del pollo da carne ultime 3-4 settimane

La qualità delle carni dipende da molti fattori come la razza degli animali e gli alimenti distribuiti. Un altro fattore che determina la qualità è la loro marezzatura delle carni; cioè quella piccola quantità di grasso che si accumula tra le fibre muscolari durante la fase di ingrasso. Per consentire questo accumulo è importante sacrificare gli animali all’inizio della maturità sessuale (al primo canto); mentre per favorire la marezzatura si consiglia, durante le ultime 3-4 settimane, di alimentare gli animali a volontà; le mangiatoie devono essere sempre piene durante tutte le ore della giornata. La miscela alimentare deve essere come la precedente: miscela in parti eguali tra alimento per pulcini al 22-23% di proteine e granaglie miste.

Qui la pubblicazione “Allevamento del pollo da carne”. Fonte: biozootec.it

No Comment

You can post first response comment.

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter a message.