Alimentazione tacchine a fine carriera riproduttiva

Alimentazione tacchine a fine carriera riproduttiva

Consigli e indicazioni su come realizzare una miscela alimentare per tacchine a fine carriera riproduttiva e destinate alla mensa

La carriera riproduttiva delle tacchine dura per tre cicli cioè tre anni dopo l’anno di nascita. A settembre le tacchine terminano l’attività riproduttiva. Quando depongono poco o male possono essere sostituite anche prima del terzo anno in modo da selezionare così una “famiglia locale” perfettamente adattata all’ambiente.

In ogni caso le tacchine non idonee (per vecchiaia o altri motivi) devono essere destinate alla mensa. È necessario, quindi, ingrassarle per recuperare le energie spese durante il periodo di deposizione e per aumentare la qualità del prodotto finale.

A questo proposito consigliamo di procedere nel seguente modo. A metà agosto la razione alimentare delle tacchine destinate alla mensa deve aumentare.
La razione alimentare consigliata è costituita da un mangime per selvaggina da miscelare a cereali aziendali nel seguente modo: 3 parti di mangime e 2 parti di cereali aziendali.

Il mangime per selvaggina deve avere la seguente composizione media:

  • proteine grezze 26-27%;
  • grassi grezzi 4-5%;
  • fibra grezza 3-4%;
  • ceneri 8-9 %;
  • metionina 0,6%.

Per almeno 4 settimane la razione alimentare deve essere distribuita a volontà lasciando le mangiatoie piene anche al mattino. Dopo questo periodo, non superiore a quattro settimane, le tacchine saranno destinate alla mensa o al mercato.

Fonte: biozootec.it

No Comment

You can post first response comment.

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter a message.